Psicoterapia

Dal punto di vista clinico, i nostri interventi e le nostre attività di psicoterapia sono rivolte a tutti coloro, grandi e piccoli, single, in coppia o in famiglia, che convivono con un disagio o con un disturbo e intendono definitivamente superare, fronteggiando così in maniera adeguata ed efficace condizioni di sofferenza sia di origine emotiva che psichico-fisica. Solo a seguito di un’approfondita valutazione, effettuata con il coinvolgimento diretto del richiedente, si sceglierà il tipo di intervento clinico più funzionale alla sua condizione. Quello Psicoterapico rappresenta un intervento che offre opportunità nuove e strumenti funzionali alla persona per elaborare e superare traumi e sofferenze attraverso un nuovo modo di leggere e definire non solo se stessi e le proprie emozioni, ma la gamma di relazioni e dinamiche che contraddistinguono e connotano il proprio sistema di vita. L’intervento psicoterapico privilegiato dal nostro studio, si rifà al modello sistemico relazionale in cui l’attenzione viene focalizzata sull’ambiente in cui il paziente vive ed interagisce, quindi sul sistema e sulla rete di relazioni significative di cui egli è parte. Pertanto, nell’approccio sistemico, il sintomo non viene più considerato come l’espressione di problematiche individuali ma indica una disfunzione dell’intero sistema familiare; la diagnosi fa riferimento non solo alla mera condizione clinica ed al funzionamento del singolo, ma rappresenta una rilettura delle dinamiche e dei processi insiti al sistema familiare di appartenenza nelle sue varie generazioni.
L'intervento terapeutico si basa sull’osservazione delle modalità di relazione tra il paziente e la sua famiglia e mira a modificare, attraverso un processo di co – costruzione tra terapeuta ed individuo/famiglia, i modelli disfunzionali presenti nel contesto entro il quale il disagio del paziente è emerso, stimolando le risorse familiari e rafforzando sia il funzionamento individuale sia quello familiare.
Nella Terapia individuale sistemica gli incontri prevedono una convocazione individuale. Tuttavia l'individuo, pur essendo solo nella stanza di terapia, porta comunque con sé tutte le relazioni significative che animano la propria vita nel presente, nel passato e nell'ipotetico futuro. L'attenzione del terapeuta sarà pertanto in ogni modo rivolta alla dimensione relazionale ed interattiva del cliente, non tralasciando comunque pensieri, emozioni, storie e vissuti legati alla dimensione individuale. In alcuni casi tale tipo d’approccio si configura come naturale  prosecuzione di un percorso familiare o di coppia, volta ad affrontare "nodi privati" che il paziente preferisce affrontare individualmente.

PARENT TRAINING
“Quando cambiate il vostro modo di guardare le cose....
le cose che guardate cambiano..."
La scoperta di un figlio affetto da un disturbo dello spettro autistico rappresenta un momento particolarmente delicato per i genitori, in quanto comporta la ridefinizione dell’assetto familiare ed ha sulla coppia genitoriale delle inevitabili ripercussioni psicologiche, emotive e sociali. Il momento della diagnosi richiede ai genitori nozioni e abilità in grado di sostenerli nell’affrontare la nuova inaspettata situazione, ma soprattutto nel contenere ed elaborare la sofferenza della perdita del figlio “perfetto” ed accettare nel nucleo familiare l’entrata di quello “malato”.
Le famiglie, se lasciate sole, possono percepire la malattia come un masso che schiaccia qualunque azione, iniziativa o progetto, come un peso impossibile da sostenere, fino a farsi risucchiare in una vera  e propria aspirale, una condizione esistenziale autistica.

Partendo da tali presupposti, lo studio professionale Eurekaba di Cava De’ Tirreni organizza corsi di Parent trainig, attraverso cui si intende fornire un prezioso momento di formazione e supporto ai genitori con bambino autistico. Nella fattispecie, partendo dall’elaborazione e superamento delle reazioni emotive negative, il training si pone come obiettivo il potenziamento e la valorizzazione delle risorse insite in ciascun genitore rinforzando così, non solo lo sviluppo di un atteggiamento di accettazione rivalutazione del figlio “imperfetto”, ma l’utilizzo di abilità nuove nel fronteggiare le difficoltà, riprendendo, al meglio, lo sviluppo del ciclo di vita familiare nelle sue molteplici dimensioni.